Home > Tsunami >

Dall'Italia e' possibile effettuare donazioni tramite versamento sul conto corrente postale di AVI Italia:
Conto Corrente Postale n. 10074698
intestato a Marco Ferrarini,
Auroville International Italia
via De Gasperi 24 
24123 BERGAMO

Preparazione per la distribuzione

 

 

 

 

 

 

 

 

Auroville Tsunami: aggiornamento 5 gennaio 2005

Lo Tsunami ed un Villaggio Fantasma

Ciò che colpisce appena si entra nel villaggio di Mudaliarkuppam, 11 chilometri a nord di Pondicherry, è il silenzio. L'assenza di vita:  non c'è anima viva. In questo prospero villaggio di pescatori sulla costa del Coromandel vivevano più di 300 famiglie in piccole e misere case costruite dal Governo. I vecchi catamarani a remi per la pesca erano stati sostituiti dalle barche a motore diesel in vetroresina. Mudaliarkuppam vantava una scuola elementare ed un liceo che accoglieva anche le necessità scolastiche di altri cinque villaggi.

Ma le onde dello Tsunami hanno colpito e duramente. 28 persone vi hanno perso la loro vita.  Sulla spiaggia la scena è apocalittica:  le barche in vetroresina giacciono tranciate perfettamente in due, i motori seppelliti sotto la sabbia, si inciampa ovunque nelle reti da pesca, avviluppate in trecce sulle barche. Oggi il mare sembra così blu e calmo, ma tutto è stato distrutto dalla furia delle sue onde, distrutte anche le tre statue di Ayyanar che tradizionalmente sbarrano la strada e proteggono i villaggi Tamil contro i cattivi. Era cattivo questo Tsunami? Religiosi asiatici e del mondo intero stanno attualmente dibattendo questo problema. Un vecchio uomo che ha vissuto per 60 anni nel villaggio  si rifiuta di lasciarlo in contrasto con l'ingiunzione di evacuazione del Governo; siede quietamente in un angolo, rimuginando sul futuro.

Oggi la squadra di Riabilitazione Tsunami di Auroville è venuta a pulire Mudaliarkuppam. Ospiti, volontari insieme a molti studenti delle scuole di Auroville danno una mano. Con entusiasmo ed un buon livello di energia, cominciamo prima con la pulizia delle scuole. Nel liceo sedevano 302 studenti, 216 nell'elementare. L'impatto delle onde nelle classi è stato incredibile. Le sedie sono state scagliate tutt'intorno e giacciono frantumate, le stanze sono riempite a metà da un metro di sabbia e ovunque frammenti di libri e quaderni distrutti. Uno degli insegnanti della scuola, il Sig. Jayavalli indica sui muri il marchio del livello che l'acqua ha lasciato, più o meno 80 cm., e dice: "È un miracolo che le onde dello Tsunami siano arrivate di domenica, nessun bambino era presente a scuola."

Abbiamo impiegato due ore per pulire tutte le scuole e mettere libri e quaderni ad asciugare al sole. Poi abbiamo continuato sulla strada, spostando ed accumulando macerie da bruciare. Selezionando la plastica, abbiamo usato altro materiale presente per riempire i solchi creati dalle onde. All'una del pomeriggio siamo riusciti a pulire solamente una piccola parte del villaggio, ma  ritorneremo di nuovo domani e dopodomani, finché questo villaggio riacquisterà  il suo volto e le persone potranno ritornare e ricostruire le loro vite.

È tempo per la Squadra di Riabilitazione di Auroville di incontrarsi con altre Organizzazioni Non Governative (ONG). Ci sono  molte di loro che lavorano nei dintorni. Durante catastrofi di questo genere si creano spesso sterili competizioni fra i gruppi di volontari. Auroville ritiene più utile far incontrare gli  uni e gli altri. Così Hemant ha presenziato alla riunione di Boomika con 40-50 Organizzazioni Non Governative, tutte interessate alle aree ed alle persone toccate dallo tsunami. La riunione si è incentrata su 4 aspetti principali contingenti:  salute, ricovero, sollievo e riabilitazione, coordinamento dell'informazione. Un maggior impulso è stato dato da Auroville per la creazione di un organismo che possa organizzare le informazioni relative allo tsunami e facilitarne lo scambio attraverso una piattaforma condivisa fra le varie ONG interessate. La realizzazione di questa piattaforma di scambio di informazioni ottimizzate permetterà di mettere in comunicazione i quattro distretti costieri colpiti di Cuddalore, Villupuram, Nagapattinam e Kanniakumari. A tal fine è stato creato un centro di coordinamento delle informazioni computerizzato, che dovrà funzionare come una sorta di rete intranet per le ONG interessate. Il suo lavoro sarà quindi di organizzare, ordinare e diffondere le informazioni relative allo tsunami.

Oggi, un'enorme attività di distribuzione ha avuto luogo in Sodinarkuppam. Alle famiglie di pescatori più colpite (35) sono stati distribuiti: secchi, brocche per l'acqua, tazze, coperte, lungi e sari, sapone, olio di cocco per capelli e materiale per l'istruzione come quaderni, matite, gomme da cancellare, temperamatite. Mentre all'intero villaggio (125 famiglie) sono stati distribuiti: 300 kg di riso, 100 kg di combustibile, 100 kg di dal. I bambini hanno ricevuto attrezzature per la pallavolo, il basket, il calcio ed altri sport.

E' necessario porre attenzione anche alle persone delle comunità sulle spiagge di Auroville che non hanno perso la vita, ma hanno subito molti danni materiali e traumi profondi. Il Centro di Assistenza Tsunami di Auroville raccomanda fortemente la veloce assegnazione di una casa di Auroville a queste persone che ne hanno urgente bisogno. La Squadra di Assistenza Tsunami approva l'assegnazione immediata di 10.000 rupie a tutti i residenti delle comunità sulle spiagge colpiti con l'assicurazione della continuità nel tempo dell'assistenza.

Finalmente la buona volontà sta fluendo attraverso le donazioni:  sino a martedì sono state impegnate 800.000 rupie,  e prevediamo ed auspichiamo un entrata totale di  un milione di rupie per l'assistenza ai villaggi e 150.000 rupie per le comunità delle spiagge di Auroville.

Grazie a tutti, parenti, amici, sostenitori e Auroviliani per il Vostro appoggio e la fiducia. Voi tutti state rendendo possibile questo lavoro.

FG